XXXI spedizione in Antartide

Logo_PNRA

Green Cross Italia segue l’esperienza dei ricercatori attraverso il diario redatto da Giorgio Budillon, responsabile dell'attività di ricerca scientifica e tecnologica a bordo della nave Italica.
La collaborazione con l’ENEA, nell’ambito del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA), nasce dalla volontà della nostra Ong di favorire e promuovere la ricerca sul continente antartico, un luogo privilegiato per lo studio delle contaminazioni ambientali e dei cambiamenti climatici.
La ricerca e l’educazione hanno un ruolo centrale nel cammino verso la sostenibilità ambientale.
Per questo è necessario il dialogo tra la società civile, le istituzioni, le università e il mondo della scuola per favorire tutte insieme questo rinnovamento, preparando i giovani ad assumersi le proprie responsabilità e ad avere un ruolo più attivo nella risoluzione dei problemi ecologici attuali.

Per maggiori informazioni su tutta la XXXI spedizione italiana in Antartide visita il sito web www.italiantartide.it

Immagini per la Terra

banner-ixt-greencross
Inizia la ricerca! PDF Stampa E-mail
20110115_italica_mooringDiario di bordo della XXVII spedizione in Antartide: le prime misurazioni

15 gennaio
- Giorno n° 4

Nonostante i disagi abbiamo iniziato le prime attività scientifiche che non si fermeranno mai. Siamo divisi in gruppi che assicurano il lavoro su tutte le 24 ore senza interruzione. Abbiamo strumenti che misurano in continuo la temperatura e la salinità superficiale del mare e ogni 15 miglia effettuiamo lanci di XBT: particolari strumenti per misurare il profilo di temperatura dalla superficie sino a circa 800 m di profondità che vengono lanciati in mare senza che la nave si debba fermare, sono ovviamente a perdere, nel senso che non vengono recuperati. Contemporaneamente vengono eseguite misure in continuo di CO2 e di particellato atmosferico. Nel frattempo si continuano ad allestire i laboratori e gli strumenti che poi useremo durante la spedizione.
Tutti questi studi hanno il comune denominatore di aggiungere informazioni utili per gli studi del clima in una zona, l'Oceano Meridionale, ancora praticamente sconosciuto in quanto lontano da ogni terra emersa. Le informazioni che prendiamo aggiungono importanti tasselli alle conoscenze scientifiche di queste zone. Non siamo completamente soli: in altre zone intorno l'Antartide altre spedizioni americane, francesi, australiane, tedesche, inglesi ecc. ecc. eseguono analoghe attività. Nei prossimi mesi questi dati verranno confrontati e messi insieme per avere una visione "globale" e sinottica.

Giorgio Budillon, responsabile attività di ricerca scientifica e tecnologica - Scienze della Terra © Riproduzione riservata
_____

Foto: © PNRA | Per maggiori informazioni sulla spedizione: www.italiantartide.it

Articoli correlati:

AddThis Social Bookmark Button
 

Iniziative

 

banner-gerini

Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Informativa Cookie.

Continuando a navigare sul sito, accetti di utilizzare i cookies.

EU Cookie Directive Module Information