Newsletter

Iscriviti alla nuova newsletter di Green Cross Italia!

Iniziative internazionali

Ue e pacchetto energia. Green Cross: “Servono obiettivi più ambiziosi” PDF Stampa E-mail

20171109_conferenza-energia-pulita-parlamento-europeo_01Per centrare gli obiettivi di Parigi, il passaggio alle fonti rinnovabili è l’unica scelta possibile

«Lo scenario è troppo fluido e instabile per fare previsioni a lungo termine ma il superamento della soglia psicologica delle 400 parti per milione (ppm) di CO2 in atmosfera e l’aumento della temperatura media globale di 0,8 gradi devono spingere i Paesi europei a compiere il massimo sforzo possibile per disinnescare la bomba a orologeria che incombe sull’ambiente». Così Valerio Rossi Albertini, fisico-chimico del CNR e membro del comitato scientifico di Green Cross ha commentato il Pacchetto legislativo “Energia pulita per tutti gli europei”, a margine della Conferenza di alto livello “Clean energy financing”, dedicata agli investimenti nell’efficienza energetica e nelle energie rinnovabili, che si è svolta a Bruxelles il 7 novembre.

Un appuntamento importante che ha riunito leader politici, funzionari, investitori ed esperti del settore per discutere come sia possibile “finanziare l’energia pulita”, e sfruttare al meglio o realizzare nuove infrastrutture che rendano sempre più vicina la transizione energetica verso un futuro carbon free. «La rivoluzione digitale ed energetica sta cambiando in profondità l’economia, il lavoro e i nostri stessi stili di vita - ha dichiarato il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani nel suo discorso di apertura alla conferenza -. Ed è un processo che l’Unione europea deve continuare a governare, rafforzando la sua leadership politica, economica e tecnologica e cogliendo le opportunità dei mutamenti in atto». Secondo le stime, il piano dovrebbe mobilitare 177 miliardi di investimenti pubblici e privati ogni anno a partire dal 2021, aumentare il Pil europeo dell’1% nel prossimo decennio e creare 900 mila nuovi posti di lavoro.

20171109_conferenza-energia-pulita-parlamento-europeo_02Rispetto al precedente Pacchetto clima-energia 20-20-20, i nuovi target di Bruxelles prevedono di aumentare dal 27 al 30% il tasso di miglioramento dell’efficienza energetica, raggiungere quota 27% nel consumo di energia da fonti rinnovabili e tagliare almeno del 40% le emissioni di CO2 entro il 2030. Green Cross sostiene l’impegno per migliorare questi obiettivi che sono attualmente oggetto di discussione in seno al Consiglio e al Parlamento europeo. Anche se c’è ancora chi, soprattutto tra gli investitori, considera il gas come una parte vitale della transizione verso un futuro a basso contenuto di carbonio. «Il pericolo è che - commenta il presidente di Green Cross Elio Pacilio-, se si permetteranno ancora grossi investimenti in infrastrutture fossili, potrebbero diminuire le possibilità di accelerare il trend di riduzione delle emissioni».

«Siamo in un momento di grande confusione e di grande fluidità nel mercato dell’energia - sottolinea ancora Valerio Rossi Albertini -. Bisogna cambiare prospettiva, mentalità. E questo si chiama progresso, sviluppo, ricerca. Così come ha fatto la Cina, i Paesi europei devono capire che è nell’interesse dell’economia puntare sulle nuove tecnologie rinnovabili e marciare compatti per innescare processi produttivi ed economici che favoriscano la crescita occupazionale, nonché ulteriori occasioni di sviluppo».

9 NOV 2017

AddThis Social Bookmark Button
 

Iniziative

 

banner-gerini

Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Informativa Cookie.

Continuando a navigare sul sito, accetti di utilizzare i cookies.

EU Cookie Directive Module Information