Diario di bordo del campo scuola di Green Cross in Svizzera Stampa

20160805_youth-in-action01Le esperienze e le emozioni vissute dai ragazzi impegnati nel progetto “Youth in Action”

Elison: Questo è il mio ultimo terzo giorno in Svizzera. È uno spettacolo straordinario. C’è tantissima natura che mi da l`occasione di conoscere tanti animali, mucche, pecore e cavalli. Questa è la Terra del cioccolato e se ne trova di diversi tipi e gusti. Le persone sono fantastiche  e ho conosciuto diverse culture, lingue e cibi diversi. Guardandomi intorno la Svizzera assume sempre maggiore importanza per via delle risorse naturali. È straordinario il numero di informazioni che si possono ricavare da un paese. Qui c`è sempre silenzio, poca gente ed è tutto tranquillo. Vorrei occupare altre due righe per ringraziare tutte le persone che ho conosciuto in questo viaggio, sicuramente non vi dimenticherò mai, siete persone stupende con delle originali personalità ed io vi custodirò nel mio cuore, credo per sempre.

Domenico: Sono stati giorni  intensi in cui mi sono reso conto  di quanto  sia importante una lingua internazionale. Eravamo ragazzi che provenivano da diverse parti del mondo che, nonostante le differenze linguistiche e culturali, siamo stati in grado di lavorare insieme e svolgere tutte le attività programmate per noi. Anche se questa esperienza  ormai è finita, posso dire di essere stato parte di una piccola comunità che potrebbe aver gettato le basi per la costruzione di un futuro migliore.

Annalaura: Io pensavo che in questo campo mi sarei trovata male invece mi sono trovata benissimo, qui tutti sono simpaticissimi, devo dire che ho conosciuto persone meravigliose e la cosa mi ha stupita, dato che pensavo di non legare con nessuno. Ho passato sia giornate belle che giornate brutte.  Prima di partire avevo paura ma adesso non voglio andare via perché mi sono affezionata molto alle persone di questo campo, ho imparato tante cose e il pensiero che tra due giorni dovrò andare via mi fa stare male. Ho scoperto cos`è la fraternità, il vivere e condividere tutto insieme, e tutto grazie al Centro Padre Nostro e alla Green Cross.

Chiara: Ho avuto la possibilità di partecipare a questa esperienza, anche se per soli tre giorni, e mi sono divertita molto. Ho conosciuto persone nuove, di altre nazionalità e con altre abitudini e mi sono divertita con loro, ho visitato la Svizzera e ho imparato nuove cose. Mi sono trovata molto meglio di come pensavo e rifarei questa esperienza sicuramente

Giusi: Siamo arrivati alla fine di questo percorso. Questo viaggio è stato un modo per aiutarmi a crescere, lontana dalla mia famiglia e dagli amici, per quasi 3 settimane. Ho conosciuto tanta gente con culture e personalità diverse che mi hanno insegnato a supportarci l’uno con l’altro. Ho fatto amicizia con tante persone che non dimenticherò mai. La Svizzera è stato un modo per realizzare uno dei miei tanti sogni e credo che in futuro ritornerò. La vita qui funziona perfettamente e vorrei che Palermo iniziasse a utilizzare le risorse naturali e prenderne esempio. Vorrei ringraziare tutti quanti per questa fantastica esperienza e come disse Padre Pino Puglisi “se ognuno fa qualcosa allora si può fare molto” infatti questo campo lo abbiamo mandato avanti insieme.

 

20160805_youth-in-action02

 

Alessandro: Tutto è iniziato con l’invito del Centro Padre Nostro che mi ha chiesto di prendere  parte a questo campo con la Green Cross. All’inizio ero scettico sul fatto che mi sarei divertito e che avrei fatto amicizie, ma arrivato alla fine di questa bellissima esperienza mi accorgo di essere cresciuto sia socialmente che culturalmente. Devo ringraziare tutte le persone che ho conosciuto,  che mi hanno aiutato e supportato per tutto il tempo del campo. Devo ammettere che l’unica pecca del campo è stata l’organizzazione ma il resto era tutto bellissimo e perfetto.

Dea: Questo campo è stato una bellissima esperienza. Ho imparato tante belle cose, ho vissuto bei momenti e brutti momenti , la cosa più importante e che più mi è piaciuta è stata fare amicizia con gli altri ragazzi più grandi con la quale abbiamo avuto una stretta confidenza.

Floriana: Questo campo per me è stato molto bello e istruttivo, ovviamente non sono mancati  delle incomprensioni ma siamo riusciti a risolverli sempre insieme. Ho conosciuto persone nuove, con le loro culture che inizialmente sembravano strane, ma pian piano ho capito la  loro vera bellezza e sono certa che non li dimenticherò mai perché sono stati molto importanti per la mia crescita di vita e saranno sempre nei miei ricordi. Ho fatto delle esperienze che probabilmente non avrei mai fatto nella mia vita e anche se spesso mi sono sentita confusa per i frequenti cambiamenti di programma mi sono comunque divertita ad ogni uscita. Abbiamo fatto anche teatro, la prima volta che lo vidi mi emozionai perché riconobbi un significato molto forte e bello, e entrare a far parte di questo spettacolo è stato un onore e anche  grazie a ciò ho avuto l`onore di lavorare con Corinne Sutter, un’artista eccezionale. Infine ringrazio il Centro Padre Nostro e la Green Cross per questa meravigliosa esperienza che mi ha fatto crescere.

Cristian: Quest’esperienza è stata unica, non credevo mi sarei divertito cosi tanto, avevo paura di trovarmi male dato che non parlavo la stessa lingua degli altri, invece abbiamo subito fatto amicizia, sono tutti simpaticissimi e l’idea che probabilmente non li rivedrò più mi rattrista, ma come hanno detto i miei amici li porterò sempre con me, nel mio cuore. Sono maturato molto grazie a questa esperienza. Ho avuto l’opportunità di conoscere culture altrui, di imparare qualche parola nelle varie lingue e di conoscere dei giochi e dei balli delle varie culture. Infine ringrazio il Centro Padre Nostro e la Green Cross per questa meravigliosa opportunità.

5 AGO 2016

AddThis Social Bookmark Button
 

Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Informativa Cookie.

Continuando a navigare sul sito, accetti di utilizzare i cookies.

EU Cookie Directive Module Information