Leonardo DiCaprio e Tag Heuer sostengono Green Cross

Produzioni a impatto ridotto, cause ambientali da sostenere con le vendite di prodotti speciali. Un’azienda del lusso che diventa un modello ispiratore di passioni e sogni. È il caso della casa d’orologeria svizzera Tag Heuer che il 18 marzo 2010 ha festeggiato il suo 150esimo anniversario.

Tag Heuer è un marchio solido, che ha al suo attivo un impegno per iniziative benefiche e, per testimonial, personaggi d’eccezione.  Recentemente è stato concluso un accordo con Leonardo DiCaprio, il cui impegno ambientlsta è molto conosciuto.
Leonardo DiCaprio è, infatti, da tempo attivo sul fronte della tutela dell’ambiente attraverso la propria fondazione e con Global Green – di cui è dirigente- la filiale statunitense di Green Cross International.

Green Cross ha beneficiato direttamente dell’impegno tra DiCaprio e l’azienda svizzera, attraverso importanti donazioni dirette e una quota di uno specifico modello di nuovo orologio, che hanno permesso di realizzare altrettanti importanti progetti di sostenibilità ambientale.

18032010_dicaprio_tagheuer2«L’azienda si è dimostrata leader nella lotta ai cambiamenti climatici – racconta DiCaprio – grazie al nuovo modello che i dirigenti hanno applicato. Ma mentre TAG Heuer sta facendo la sua parte ci sono molte persone che non hanno ancora recepito questo messaggio. La mia speranza è che TAG Heuer apra la strada in modo che altre aziende possano seguire il suo esempio».

Durante la cerimonia DiCaprio si è rivolto ai governi affinché si adoperino per favorire gli investimenti in campo ambientale e intraprendano politiche atte a incoraggiare le industrie private:«L’anno scorso il Segretario generale dell’ONU, Ban Ki-moon, ha ricordato che il nostro clima e i cambiamenti climatici sono al centro di tutte le sfide che dobbiamo affrontare. Abbiamo bisogno di costruire un robusto movimento politico globale per accelerare la transizione dai combustibili all’energia sostenibile».

«Sono orgoglioso di dire – conclude l’attore – che negli Stati Uniti, ora abbiamo un’amministrazione che sta iniziando a fare la sua parte nella lotta contro i cambiamenti climatici. Il presidente Obama crede e comprende le opportunità offerte da una “rivoluzione verde”. Per la prima volta, l’occupazione verde e l’indipendenza energetica viaggiano sulla giusta lunghezza d’onda».
Leave A Comment